LEOSPHERE 2018

Novembre 2015.

Giancarlo Turati, amministratore delegato di FasterNet, inizia a lavorare al progetto “LEOSPHERE 2018”.

Insieme a Giancarlo i membri del Consorzio Orgoglio Brescia, il “pool” di aziende che già aveva realizzato l’Albero della Vita di Expo, Florian Boje, il creativo che ha disegnato la forma dell’Albero della Vita, e Alessandro Gasparini, il progettista e direttore lavori dell’Albero.

Una grande sfida, nata da una richiesta di “concept”, per realizzare un’opera simile nel funzionamento all’Albero, ma diversa come concetto.

L’opera, ispirata agli studi di Leonardo sulla circonferenza, si chiamerà “Leosphere” : una struttura composta da due semi sfere che rappresentano l’unione di due culture, l’unione della creatività Italiana con la tecnologia americana, l’unione di due popoli in una città ad altissima presenza italiana.

Il progetto ha colpito fortemente il Sindaco di Chicago, Rahm Israel Emanuel , che ha dichiarato di volerlo realizzare.

Infatti, il Comune di Chicago si è reso disponibile a destinare un’area sulla riva del lago Michigan, provvedendo agli allacciamenti e rilasciando le autorizzazioni necessarie.

L’opera prenderà vita al centro di Chicago nel 2018 durante le celebrazioni per il Columbus Day.

Come consuetudine negli USA, il progetto deve sostenersi e quindi è necessario raccogliere sponsor e donazioni per poterla realizzare.
Per questo motivo, la settimana scorsa Giancarlo si è recato a Chicago per presentare il progetto alla Comunità Italiana e ai potenziali sponsor americani.

“Orgoglio Brescia è molto piu’ di un progetto imprenditoriale, è un messaggio culturale ed imprenditoriale. Grazie alle creazione ed istallazione di mega strutture cosi imponenti e spettacolari vogliamo richiamare l’attenzione su un comprensorio come quello bresciano che da sempre è all’avanguardia.”