Loading...

Proteggere i dati per proteggere le persone

Durante l’ultimo incontro di Impresa 4.0 abbiamo fatto luce sulle prospettive della sicurezza informatica

Martedì 12 Marzo, presso la Sala Libretti del Giornale di Brescia, abbiamo avuto il piacere di presentare la nostra visione di sicurezza davanti ad una platea attenta ed entusiasta di oltre 60 persone.

Il nostro approccio al tema cybersecurity è differente: non abbiamo parlato di brand, tecnologie o soluzioni, bensì abbiamo messo al centro del discorso le persone.

Riteniamo, infatti, che il primo obiettivo della sicurezza dei dati sia quello di tutelare le persone, salvaguardandone il posto di lavoro, la qualità delle loro transazioni, dei loro dati sensibili, in generale di tutti i dati e delle informazioni che le riguardano.
Oggi, nell’era della digitalizzazione, è impossibile pensare che si possa garantire la sicurezza con un semplice dispositivo.

È necessario spostare l’attenzione sulle persone, sulla loro consapevolezza: serve maggiore cognizione del problema sicurezza, perché il 90% degli incidenti parte proprio dalle persone.

In questo contesto abbiamo presentato la nostra visione, il nostro metodo, un labirinto costruito per tenere prigioniero il rischio: DEDALUS, la rappresentazione del nostro approccio olistico al problema della sicurezza dei dati.

Ringraziamo il Giornale di Brescia per averci ospitato, i nostri 4 relatori per l’efficacia delle presentazioni, ma soprattutto tutte le persone che hanno partecipato, per averci dato la possibilità di parlare di sicurezza in maniera differente e per l’interesse dimostrato.

Tutti i dettagli nell’articolo del Giornale di Brescia del 13/03/2019 : scarica il PDF.

PDF
2019-03-14T11:04:42+02:00